Skip to Main Content »

Search Site

Benvenuto nel sito!

Il tuo carrello é vuoto

Cagol Alessandro

Giornalista o titolare di agenzia di videoproduzione? Regista o scrittore? Ideatore di eventi o semplice persona impegnata nel sociale? Nemmeno io so darmi una collocazione precisa, ma se devo indicare quella che mi fa mangiare, allora la videoproduzione e le regie tv sono al primo posto. Tuttavia il più grande amore, sicuramente ereditato, è quello di raccontare, lo scrivere, il testimoniare, magari non sempre con tristezza. L’ho fatto fin dai 16 anni per il giornale “l’Adige”, raccontando la scuola; l’ho fatto per 10 anni a “Vita Trentina” e “Radio Studio Sette”, ora “Radio in BLU”, raccontando lo sport; l’ho fatto per il Centro Diocesano di Pastorale della Famiglia per cinque anni, promuovendone l’attività a livello mediatico; lo sto facendo da un po’ di tempo, ospitato di tanto in tanto, dal giornale “Trentino”, commentando qualche evento storico o curioso, lo faccio dirigendo da anni il bollettino parrocchiale del Duomo e la rivista trentina di Azione Cattolica “Camminiamo Insieme”. Che sia scrivere, organizzare, filmare, fare regia di una diretta, io penso che in una parola si possa sintetizzare il tutto in INFORMARE. Già, perché basta un’inquadratura senza commento, oppure una foto, per dare l’idea di un posto e una situazione. Basta una proposta seria e ben organizzata per rendere noto alla gente la necessità di aiutare questa o quell’associazione; bastano poche parole messe insieme in modo adeguato per colpire al cuore le persone. Difficile poi, in un mondo come quello attuale, fatto costantemente di immagini e parole, distinguere quelle giuste da quelle sbagliate. Ma è proprio questa la sfida di un giornalismo ad oggi, non sempre al servizio della gente: distinguersi per essere apprezzato; essere veritiero per essere cercato; essere aggiornato per non diventare scontato e, soprattutto, avere un grande rispetto nei confronti di chi legge, vede e ascolta, per non essere col tempo dimenticato.

LIBRI