Skip to Main Content »

Search Site

Benvenuto nel sito!

Il tuo carrello é vuoto

Ceolan Albert

Albert Ceolan nasce a Salorno (Bolzano) nel 1961. Inizia ad appassionarsi alla fotografia in giovane età; partecipa e vince numerosi concorsi fotografici ed ottiene vari premi e riconoscimenti anche internazionali tra cui il prestigioso “Ranuncolo d’oro” al “Film Festival Montagna ed Esplorazione” sezione fotografia. In vent’anni di attività Albert Ceolan è diventato un professionista polivalente, con centinaia e centinaia di foto pubblicate sulle maggiori riviste specializzate tra cui le rinomate “Bell’Italia” e “Bell’Europa”, “In viaggio”, Qui Touring, il prestigioso periodico “L’Alpe”, in alcuni casi anche nell’edizione francese edita a Grenoble, e sulla versione statunitense edita a New York di “Bell’Italia”. Le sue immagini vengono particolarmente apprezzate ed utilizzate per copertine di riviste e periodici nazionali ed esteri. Collabora inoltre con vari editori nazionali per la realizzazione di guide turistiche ed opuscoli e con aziende ed enti del turismo italiani e stranieri per la promozione turistica di luoghi, tradizioni e cultura locale. Alcune sue immagini sono state utilizzate per la realizzazione di sigle di programmi televisivi R.A.I., altre sono state richieste dal Ministero delle Politiche agricole per campagne pubblicitarie, e da aziende multinazionali per la realizzazione di calendari e brochure. Presso il prestigioso ed internazionale Museo delle Alpi al Forte di Bard nei pressi di Torino sono esposte permanentemente decine delle sue immagini. La sua attitudine a cogliere nuove sfumature e particolari momenti di luoghi, usi e tradizioni che ancora sopravvivono, lo ha portato a ricevere nel febbraio 2007 un premio giornalistico dall’Ente Nazionale del Turismo Sloveno. Nell’estate 2008 riceve il prestigioso incarico di far parte dello staff di Papa Benedetto XVI quale unico fotografo, assieme a quello personale del Pontefice, per documentare il soggiorno del Santo Padre durante le Sue vacanze in Alto Adige. Le sue immagini sono state utilizzate da testate nazionali e straniere e una selezione delle stesse è stata raccolta in un volume fotografico pubblicato nel settembre 2008. Nel 2011 riceve l’ incarico di aggiornare ed integrare l‘archivio fotografico del rinomato "Museo del Castello del Buonconsiglio“ e dei quattro castelli che ne fanno parte.

LIBRI