Skip to Main Content »

Search Site

Benvenuto nel sito!

Il tuo carrello é vuoto

Anitori Umberto

Nato il 27 maggio 1950 a Ronciglione, nel 1969 consegue il diploma di maturità Magistrale; nel 1970 frequenta e supera il corso propedeutico per l’accesso all’Università. Si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Nel 1971 presta il servizio militare, frequentando il 62° corso AUC, conseguendo il grado di sottotenente presso l’80° reggimento di fanteria. Nel 1972 inizia a lavorare presso uno studio di Amministrazioni di condominio. Nel 1975 si iscrive all’AIACI. Parallelamente agli impegni professionali, svolge settimanalmente l’attività di arbitro di calcio e di giudice di atletica leggera per le rispettive federazioni. Segue con passione il dibattito in merito al riconoscimento della professione di amministratore di condominio e, nel 1990, viene nominato tesoriere provinciale della sede AIACI di Roma; carica che gli viene confermata nel 1993, quando viene chiamato a svolgere anche le funzioni di vice segretario nazionale con delega alla tesoreria. La fusione di AIACI ed ANAI porta alla creazione dell’ANACI, organizzazione in cui ha ricoperto la carica di presidente regionale del Lazio 1995-1999 e, dal 1999 al 2010, quella di segretario nazionale. È stato consulente scientifico per la redazione dei programmi gestionali di amministrazione di condomini di MMDATA e del SOLE 24ORE. Dal 1998 al 2005, commissario di esame per la certificazione della norma UNI 10801. Docente in numerosi corsi di avviamento alla professione di amministratore di condominio organizzati da ANACI in varie province italiane, dalla regione Umbria, dalla ENAIP di Terni. Ha spesso rappresentato l’ANACI nell’ambito dell’associazione europea degli amministratori di condominio CEAB/CEPI. Ispettor Accredia per la certificazione delle aziende autorizzate alla certificazione UNI 10801. Ha collaborato con il settimanale OGGI per la rubrica “L’esperto risponde”, segue i quesiti del sito condominio.it , ha pubblicato per il quotidiano “Italia Oggi” la guida “La cedolare secca”.

LIBRI