Skip to Main Content »

Search Site

Benvenuto nel sito!

Il tuo carrello é vuoto

F.I.M.A.A.

F.I.M.A.A., la Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari nasce da lontano: dai primi del ‘900 quando, con la crescita della figura del mediatore “sensale”, operante nell’ intermediazione di produttori agricoli, si resero necessari i primi interventi normativi sulla materia. Dalla rappresentanza delle categorie in quelle prime occasioni di confronto unitario con il tavolo politico si può dire, infatti, che nasca il sindacato della mediazione. Ma F.I.M.A.A. moderna nasce nel 1945, quando la ripresa dell’attività sindacale si sente più forte l’esigenza di garantire professionalità e correttezza alla figura del mediatore. La ricostruzione post-bellica portò ad una nuova spinta di crescita nazionale ed alla più concreta riedificazione delle città. Il “boom edilizio”, del cosidetto “miracolo italiano”. In questo contesto i mediatori immobiliari si specializzarono: dall’agire del vecchio mediatore “sensale” che tutto intermediava, dal bestiame ai terreni, dal grano alle case, nacque il mediatore “agente immobiliare”. E sin dai grandi sforzi di quel secondo dopoguerra, F.I.M.A.A. si legò indissolubilmente alla contemporanea federazione della moderna CONFCOMMERCIO, la Confederazione Generale Italiana del Commercio, organo di rete del terziario e collegamento tra le numerose associazioni di commercianti che proprio in quel periodo storico riprendevano vita: F.I.M.A.A. fu tra i propri soci fondatori effettivi. Ebbene, molto è cambiato da quei primi passi dell’associazione sindacale di metà novecento. Sono cambiati i nomi e le storie dei protagonisti; è cambiata radicalmente la società italiana, aperta ormai a dinamiche globali di mercato; sono cambiate essenzialmente le caratteristiche della professione di mediatore, con il passaggio del vecchio intermediario “sensale” indifferenziato alla nuova figura del mediatore professionista, riconosciuto dal legislatore nel 1989 con un legge “ad hoc” che ne regolamentasse l’attività, differenziandosi nel tempo nella tripartizione attuale di merceologico , immobiliare e creditizio. Dalle prime proposte di modifica del Codice Civile, alla definizione della Legge 253/58, primo intervento diretto per le regolamentazione della professione di mediatore; dal duro lavoro della legge 39/89, norma cardine per la professionalizzazione della mediazione immobiliare, mediante la crazione di uno specifico Ruolo Mediatori all’interno della Camera di Commercio, alla successive integrazioni apportate con l’approvazione dell’art.18 della legge 57/01, sino ad arrivare ai recenti sviluppi normativi in vista di una più ampia riforma delle professioni, F.I.M.A.A. è stata ed è sempre anche grazie al valido supporto dato dal sistema Confcommercio, in prima fila per la crescita qualitativa della categoria, intervenendo da protagonista in tutte le principali direttive che ancora oggi regolamentano il comparto. In tempi recenti, inoltre consapevole dell’importanza di condividere ed unire le intere risorse della categoria F.I.M.A.A. è stata ispiratrice e protagonista della nascita della “Consulta Interassociativa della Mediazione”, strumento importante per coordinare in un’unica voce le princiapali associazione di categoria nazionali (F.I.M.A.A./Confcommercio, FIAP/Confindustria ed ANAMA/Confesercenti). F.I.M.A.A., sin dalla volontà dei suoi fondatori, nasce dunque come federazione, da un libero patto di coordinamento tra le diverse associazioni territoriali, dalla volontà di dare forza e voce comune alle differenti realtà locali: le Associazioni F.I.M.A.A. provinciali, infatti nascono e crescono all’interno di Ascom, delle Unioni e del sitema territoriale è sin dagli inizi una delle caratteristiche fondanti della F.I.M.A.A., tanto che solamente con il “F.I.M.A.A. Day”, organizzato dal 1998 al 2001, superando anche le diverse sigle delle associazioni provinciali sparse sul territotio, è stato definito in un comune marchio ed un unico nome su tutto il territorio nazionale. F.I.M.A.A., testimone di tutte le principali fasi di trasformazione della figura del mediatore, nel passaggio da “sensale” ad agente mediatore professionista, sino ad arrivare all’attuale tripartizione professionale di immobiliare, creditizie merceologico, si è evoluta insieme alle imprese del comparto, imparando ad anticiparne le esigenze e lavorando per una sempre maggiore qualificazione professionale delle stesse, lottando concretamente contro l’abusivismo. FIMAA, nel corso di oltre 50 anni, ha mantenuto, sviluppato e rafforzato sempre più il contatto con le più importanti Istituzioni Nazionali (Parlamento, Ministeri, Camere di Commercio, Enti locali, ecc.), rappresentando e tutelando, nel corso del tempo le istanze provenienti dalle categorie del comparto della Mediazione. Essere iscritti F.I.M.A.A. è un modo concreto ed efficace di far sentire la propria voce alle Istituzioni per tutti gli operatori che vogliono crescere, con la categoria e per la categoria.

LIBRI